IAF Congress 2000

logo_iaf

IAF Congress 2000
(Rio De Janeiro, 1-8 Ottobre 2000)
Introduzione | Foto | Partecipanti ]

logo_iaf

SOTTO LA CROCE DEL SUD (di Francesco La Regina)

30 Settembre – 22:00 ora di Cosenza Si parte! Dopo una settimana di febbrili preparativi, io e Manuela possiamo finalmente caricare i bagagli sul treno. La scena è surreale. La stazione è semideserta. I pendolari salgono sul treno. Le nostre famiglie ci salutano con mille raccomandazioni. Tutti ci guardano un po’ stupiti. Come si può spiegare che il treno per Paola ci porterà a Rio de Janeiro? Si parte!

1 Ottobre – 03:08 ora di Napoli Orrore e raccapriccio! La stazione di Portici è allagata e siamo bloccati a Torre del Greco da un’ora. Stiamo per perdere 2 aerei!
07:25 ora di Roma Abbiamo corrotto un tassista e fatto partire con 5 minuti di ritardo un aereo, ma siamo in volo per Parigi. Vorrei dormire, ma secondo Manuela non possiamo offendere lo stuart dagli occhi verdi rifiutando la colazione…
10:57 ora di Parigi Gli altri indigeni italici presenti all’aeroporto ci riconoscono come appartenenti alla tribù grazie all’esposizione del simbolo universale degli studenti italiani all’estero: l’Invicta. Il volo per Rio partirà fra 3 ore e ne durerà 11… Ne approfitterò per scoprire che siamo in 100: 2 austriaci, 3 belga, 16 inglesi, 4 olandesi, 2 finlandesi, 15 francesi, 20 tedeschi, 1 irlandese, 1 norvegese, 3 portoghesi, 2 russi, 11 spagnoli, 3 svedesi, 2 svizzeri e 15 italiani.

2 OTTOBRE – 01:31 ora di Rio Ho preso possesso della mia camera d’albergo da meno di 10 minuti e già bussano alla porta. Sono 48 ore che non dormo. Ho voglia di uccidere. È Alessandra, palermitana bellissima, che vuole compagnia per andare al bar. Non ho più voglia di uccidere. Nell’unico bar aperto dell’albergo è di servizio l’unico barista di Rio che non parla inglese, francese, italiano, spagnolo o portoghese. Verso le 3 del mattino ci rendiamo conto che, tornando indietro, ci siamo persi. Busserò alla mia camera circa un’ora dopo. Ora è Xavier, il mio coinquilino catalano, che ha voglia di uccidere.
07:33 ora di Rio Dopo 3 intere ore di sonno si ricomincia. Marchiati col badge ESA partiamo alla volta (50 alla volta) del centro congressi: il Rio Centro. La Cerimonia d’apertura è organizzata in un anfiteatro trasformato per l’occasione in giungla tropicale. È il primo giorno, ci sarà una sola conferenza e seguirò quella sbagliata.
20:52 ora di Rio Comincia il Cocktail Party e lo spettacolo delle scuole di samba. Ballerine. Ballerine. Ballerine. Balliamo tutti! A fine serata Fabio, che fin da Parigi ci ha torturato cantando “È un mondo difficile” di T. Carotone, passeggerà con lo sguardo perso nel vuoto cantando “It’s a wonderful world” di L. Armstrong.

3 Ottobre – 03:16 ora di Rio Siamo tutti troppo eccitati per andare a dormire. Il comitato italo-spagnolo decide di passare la notte a Copacabana. La spiaggia è bellissima. Due ore a giocare al gioco del fazzoletto (con la mia cravatta) in riva all’oceano.
18:24 ora di Rio È stata una giornata di lavoro intensa e stimolante. Ho seguito due conferenze interessantissime sugli sviluppi futuri delle telecomunicazioni e conosciuto il responsabile per la ricerca sui satelliti dell’Ericsson, un dirigente dell’Alenia Spazio, due astronauti, docenti universitari tedeschi, canadesi, inglesi, giapponesi e statunitensi. Il dr. C. Jilla, ricercatore del MIT, è simpaticissimo! È un’esperienza unica. Unico neo. Comunicare con l’Europa è difficile per mancanza di schede telefoniche. Mando decine di Script SMS sul cellulare di mia sorella tramite internet.

4 Ottobre – 10:27 ora di Rio Oggi turismo! La solita confraternita italo-spagnola si muove alla scoperta di Rio. In una chiesa del Centro incontriamo l’ing. A. Rodotà, direttore generale dell’ESA. Anche lui ha deciso di fare il turista, per oggi. Pomeriggio si torna al lavoro!

5 Ottobre – 09:41 ora di Rio Ieri sera, dopo 4 giorni, ho ceduto al sonno. Mi ha telefonato Pierdomenico per chiedermi perché non scendevo per uscire. Ho biascicato qualcosa in inglese e mi sono riaddormentato… Stamattina sono carico per continuare a fare il turista. Alla base del Pan di Zucchero contrattiamo per organizzare una visita guidata di Rio. Siamo tutti italiani e riusciremo a visitare il Pan di Zucchero, il Corcovado (con il Cristo Redentore), la Foresta di Tijuca (dove pranzeremo vicino ad una cascata) e il Maracanà. Serata di relax nella piscina dell’albergo!

6 Ottobre – 10:02 ora di Rio Poco fa ho conosciuto la più bella del gruppo. Vanessa, francese. Ho fatto la figura dello schizofrenico, perché volevo chiacchierare con lei in francese, ma il cervello mi si era bloccato sull’inglese. Immaginate un pazzo che nel bel mezzo di una frase si autosgrida perché non ha parlato in francese. Io.
21:20 ora di Rio Dopo una giornata di conferenze l’ESA ci premia portandoci a cena nel locale più in di Rio: il Porçao. Carne e caipirinha! Ora, sarete d’accordo con me che sarebbe singolare vedere 300 “pezzi grossi” di tutto il mondo cantare “Volare” guidati da 15 studenti universitari italiani. È quello che succederà verso l’una…

7 Ottobre – 23:14 ora di Rio Siamo tutti un po’ stanchi, ma l’ultima giornata chiude i lavori alla grande. Ho conosciuto un astronauta americano, il dr. Al Sacco, innamorato del profilo della Calabria. Mi ha fatto più domande lui di quante gliene abbia fatte io! Adesso siamo in pizzeria. 10 dollari per una margherita… Paga l’ESA. Un’altra pizza, obrigado!

8 Ottobre – 05:33 ora di Rio Poco fa “U Sciumacu” ha vinto il campionato di F1 e 8 italiani impazziti di gioia hanno rischiato il linciaggio per avere svegliato tutti gli altri ospiti dell’albergo! Oggi shopping e stasera si riparte. sigh.

9 Ottobre – 13:42 ora di Parigi È il momento di separarci. C’è anche chi piange a dirotto come Maria del Mar… Torneremo a casa facendo tappa a Roma dove saluteremo gli ultimi italiani. Siamo tristi anche mentre suoniamo i fischietti della samba, ma siamo cresciuti tantissimo in questa settimana… Ci resta un solo rimpianto. Non siamo riusciti a vedere la Croce del Sud +

Francesco La Regina
ASI-UNICAL
EESTEC LC Cosenza