workshop helsinki

lchelsinki
Workshop “Measurement Technology”
(Helsinki, 15-22 Novembre 1998)

Introduzione | Partecipanti ]

Nella settimana che va dal 15 al 22 Novembre si è tenuto ad Helsinki un workshop sulle “tecnologie di misura” a cui hanno partecipato alcuni componenti delle sedi EESTEC europee.
La Local Committee di Cosenza è stata presente grazie alla partecipazione di: Antonello Miscimarra, Francesca Molezzi, Serena Martini.
La prima visita ufficiale è avvenuta in una piccola azienda locale che comincia ad affacciarsi alla realtà europea e che si occupa di misurazioni “in-line” (misurazioni effettuate nel corso dei processi di produzione) di concentrazioni di soluto all’interno dei differenti solventi.
Dopo una introduzione sulla struttura dell’azienda, sulla sua organizzazione e sulla sua crescita nel tempo si è proseguito con la presentazione dei principali prodotti, accompagnata da una spiegazione riassuntiva sul loro funzionamento e sui processi che lo regolano.
La seconda giornata si è aperta con la visita al ramo tecnologico dell’Università di Helsinki nel quale è presente il “Low Temperature Laboratory” che detiene il record sulla più bassa temperatura assoluta raggiunta (vicina allo zero kelvin).
Dopo una breve introduzione sul loro lavoro e sui metodi di ricerca utilizzati si è proseguito con la visita ad altri laboratori interni alla stessa sezione dell’Università nei quali vengono studiati e osservati, in collaborazione con le sedi ospedaliere, i fenomeni elettromagnetici legati all’attività cerebrale. Il compito del “Brain Research Group” è proprio quello di caratterizzare le funzioni del cervello umano attraverso registrazioni dei segnali magnetici sviluppati dalla corteccia cerebrale.
Nello stesso giorno si è tenuta la presentazione, da parte di alcuni dirigenti, delle attività della VTT, che è un’azienda produttrice di microchip, direttamente collegata con l’Università in un proficuo rapporto di scambio. Alcuni ricercatori sono stati molto disponibili nel presentare i nuovi prodotti tecnologici di prossima immissione sul mercato.
Di particolare interesse è stata la visita al Centro di Ricerca della fabbrica NOKIA che ha aperto la terza giornata. Anche in questo caso si è svolta una breve introduzione sulla struttura dell’azienda a cui è seguita la presentazione dei laboratori dove vengono testate le radiazioni prodotte dai telefoni cellulari, di cui la NOKIA è uno dei principali produttori a livello mondiale, e dei suoi effetti sull’attività cerebrale (visita collegata a quelle del giorno precedente).
Il giovedì 19 il gruppo di studenti si è trasferito a Jyvaskyla, piccola cittadina a circa duecento chilometri a nord di Helsinki, dove si è svolta la visita all’azienda ENERMET leader nell’assemblaggio di contatori di energia elettrica. Ancora una volta vi è stata una presentazione di apertura e successivamente si è proceduto con una visita alla catena produttiva dell’azienda.
La particolarità di questa realtà industriale è l’accentuata presenza femminile in fabbrica e l’elevato livello di automatizzazione dei processi produttivi.
La settimana si è conclusa con la NELES CONTROLS, azienda produttrice di particolari accessori tecnologici e di valvole di controllo di cui è stata visitata la catena di montaggio.
Tutti gli incontri con le realtà industriali sono state sempre caratterizzate da una calorosa accoglienza da parte dei dirigenti che hanno visto nei giovani studenti di ingegneria le loro potenziali risorse future.
È sufficiente pensare all’attenzione rivolta al settore R&D (Research & Development) da parte della maggior parte di queste aziende per capire il loro interesse nei confronti dei giovani laureati e laureandi.
Naturalmente non sono mancate parentesi puramente ricreative come i party di benvenuto e addio, una particolare serata in un tipico cottage finlandese, caratterizzata da esperienze legate alle tradizioni locali (sauna-bagno in un lago ghiacciato-sauna) ed escursioni notturne nei locali caratteristici di Helsinki.
Tutta l’esperienza è stata vissuta con uno spirito particolare: senza dimenticare il futuro lavorativo e professionale e contemporaneamente aprendosi a realtà nuove e per certi versi differenti dalla nostra, entrando in pieno contatto con un’altra mentalità, non solo finlandese ma europea in genere.

Serena Martini, Antonello Miscimarra, Francesca Molezzi
LC Cosenza