Workshop Computer Network

lcmadrid
Workshop “Computer Networks”
(Madrid 15-22 Ottobre 1999)
Introduzione | Foto | Partecipanti ]

Dal 25 al 31 Ottobre si è tenuto a Madrid il workshop, organizzato dalla sede EESTEC di Madrid, dal tema “Computer Networks”, cui ho partecipato quale rappresentante della Local Committee di Cosenza, insieme a studenti provenienti dalle sedi di Oulu, Aachen, Londra, Zurigo, Tampere, Ljubljana, Budapest, Delft, Bologna, Reggio Emilia e Rijeka.
L’evento organizzato dai colleghi spagnoli ha avuto come scopo precipuo quello di presentarci, attraverso lectures, tavole rotonde, forum, temi di grande interesse ingegneristico quali le nuove frontiere delle tecnologie multimediali, i nuovi orizzonti del commercio elettronico, alcuni innovativi protocolli di gestione dei collegamenti internet, e di presentarci inoltre tramite conferenze e visite guidate, la struttura ed i progetti di alcune compagnie di telecomunicazioni europee.
Un altro aspetto, non meno importante, che ha caratterizzato l’evento, è stato quello culturale, che ci ha permesso di godere degli eleganti edifici e delle meravigliose piazze della capitale spagnola, nonché dell’affascinante bagaglio artistico custodito nei suoi musei.
Per coniugare questi due aspetti, tecnico e culturale, il workshop è stato organizzato in modo da prevedere al mattino le sessioni tecniche, e al pomeriggio le attività culturali e turistiche.
Durante la prima giornata abbiamo assistito alla sessione tenuta all’ETSIT (Escuela Superior de Ingenieros de Telecomunicaciòn), aperta da David Fernandez con una lezione su “Internet 2 and IPv6”, un protocollo in via di sviluppo per la gestione delle reti di connessione ad internet; proseguita con l’intervento di Enrique Pareja, direttore della Telefònica Interactiva, circa “Internet ed il Commercio Elettronico”; ed infine conclusa dalla presentazione di Victor Castelo, direttore della REDIRIS (Academic Spanish Networks) della struttura, degli scopi e dei progetti della sua compagnia.
Il pomeriggio è stato dedicato alla visita di Madrid e alla scoperta delle sue grandiose e frequentate vie (come la Gran Via e la Calle de l’Alcalà), delle sue famose piazze (come Plaza Major, Plaza del Sol) e dei suoi sontuosi palazzi e monumenti (come il Palazzo Reale, il Palazzo d’Oriente), contornati da rigogliosi e splendidi giardini.
La sessione della seconda giornata si è tenuta all’Euroforum dell’ Escorial, una elegante zona nei pressi di Madrid.
La sessione è iniziata con una lezione di Claudio Feijoo, docente dell’ETSIT, dal tema “Information Global Society: The Internet Paradigm” circa i settori emergenti connessi alla comunicazione via Internet, quali il commercio elettronico, ed i relativi problemi (privacy delle informazioni, firma elettronica, sicurezza, tasse, pubblicità e criminalità su Internet).
A seguire è stata tenuta un’interessante tavola rotonda sul “Commercio Elettronico” cui sono intervenuti esponenti della Banesto, dell’Andersen Consulting e della Tiendas Virtuales.
Nel pomeriggio abbiamo visitato il Monastero di San Lorenzo dell’Escorial, enorme monumento innalzato per volontà del re Filippo II e usato poi come reggia e fortezza.
Durante la terza giornata, la sessione è stata tenuta nuovamente all’ETSIT.
Juan Quemada, docente dell’università madrilena, ha presentato “Isabel Project”, il progetto di un avanzato sistema di multiconferenza audiovisiva elaborato dall’ETSIT in collaborazione con la Telefonica.
Successivamente, Luis Alvarez, direttore della Multimedia della British Telecom, ha illustrato le peculiarità e le nuove tendenze della comunicazione multimediale.
Infine è intervenuto Carmelo Gago della Lucent Technologies, che ha tenuto una lecture dal titolo”Optical Networking, trends and challenges” circa l’utilizzo delle fibre ottiche nei sistemi di connessioni delle reti.
Nel pomeriggio ci siamo recati in una delle aree più incantevoli di Madrid: El Paseo del Prado.
Passeggiando per El Paseo del Arte, una piacevolissima strada che copre tre dei più importanti musei d’arte della Spagna, il Museo della Regina Sofia, il Museo Thyssen-Bornemisza e il Museo del Prado, abbiamo raggiunto e quindi visitato quest’ultimo, che ospita le più importanti opere dei pittori spagnoli( Goya,Velasquez).
Nella quarta giornata abbiamo visitato la Telefonica I+D, il settore Investigaciòn e Desarrollo (Sviluppo e Ricerca) del Grupo Telefonica, la più importante compagnia telefonica spagnola.
Durante la visita ci sono stati illustrati i nuovi tipi di servizi, che saranno offerti ai clienti nel prossimo futuro, basati sulle più avanzate tecnologie di comunicazione (stazioni multimediali, sistemi di videoconferenze).
L’ultima giornata del workshop è stata interamente dedicata alla visita di altri meravigliosi luoghi e monumenti della città: El Parque del Ritiro, Puerta de Alcala, Palacio de Comunicaciones, Fuente de Cibeles.
E’ stata senza dubbio una settimana densa di esperienze significative per la mia crescita, e professionale, e culturale. Inoltre, poiché non sono mancati neanche i momenti di svago e di divertimento in un clima “europeo”, nè le occasioni per assaporare l’atmosfera dell’ambiente universitario spagnolo, è stata certamente un’esperienza stimolante anche dal punto di vista umano, che mi ha ulteriormente avvicinato alle culture e alle realtà dei miei colleghi europei.

A cura di: Chiara Cumbo (LC Cosenza)