EESTEC Workshop 2003

LC Budapest
Workshop “EESTOECK Experience”
(Budapest, 6 – 13 Ottobre 2003)

Introduzione | Foto | Partecipanti ]

Come Thelma e Louise a Budapest…

Si potrebbe dire che il nostro viaggio sia cominciato all’insegna dell’avventura… Quasi dieci ore di ritardo a causa di un’interminabile attesa a Fiumicino, sbarco a Budapest in un aeroporto a dir poco DESOLATO… Insomma eravamo senza fiorini (e degli euro ne avevano solo lontanamente sentito parlare) e in più non capivamo una parola di ungherese in un posto dove solo la signora dell’ufficio “bagagli smarriti”, di cui Alessandra ha usufruito, parlava inglese!Finalmente siamo riuscite a raggiungere l’alloggio “Mortos hotel” dove ci aspettavano il President Attila Locky. Dobbiamo ammettere che le regole del gioco ci sono state chiare dal momento in cui Attila, stappando una bottiglia di vino, ha esclamato “Welcome in Budapest!”

Un po’ stanche, dopo aver conosciuto i partecipanti della Polonia e della Serbia, ci siamo ritirate nella nostra stanza… Solo al risveglio ci siamo accorte di averla condivisa con altre 5 persone! Per fortuna da qui in poi la strada è stata in discesa ed in un clima di festini, mangiate e tanto tanto “spirit of EESTEC” il tempo è trascorso veloce!

Non dimentichiamoci che ci trovavamo lì per un workshop sulla Tecnologia Wireless. Il primo incontro si è tenuto in un bellissimo palazzo antico nel cuore della capitale, adibito a centro universitario, ed ha riguardato il binomio Nokia-Pannon (uno dei principali gestori della rete telefonica ungherese).

Il secondo giorno siamo state ospiti della Microsoft presso la cui sede ci sono stati presentati alcuni prodotti hardware e software sviluppati dall’azienda. Un’accoglienza ancora migliore l’abbiamo ricevuta dalla T-Systams,azienda tedesca che da poco opera anche in Ungheria.

Quella sera si è tenuto il Casanova Party! L’ultimo giorno merita di essere raccontato: in occasione dell’apertura dell’anno accademico, si è svolta una giornata di festeggiamenti all’aperto che vedeva riuniti tutti gli studenti universitari di Budapest. Durante la giornata abbiamo avuto modo di cucinare tutti insieme un tipico piatto serbo, di partecipare a gare e giochi e di assistere allo zi-zù!

L’ultima notte l’abbiamo trascorsa in giro per la città e senza aver chiuso occhio un solo istante alle 5:30 abbiamo iniziato il nostro viaggio di ritorno!

Alessandra Furfari
Marianna Frugiuele
EESTEC LC Cosenza

Curiosità: in ungherese “EESTOECK” si pronuncia “isztok”, che vuol dire “tu stai bevendo”